VEN. 11-5 – LA POESIA GRECA MUSICATA

Venerdì, 11 Maggio, alle 17, al Circolo della Stampa di Trieste (sala Paolo Alessi, corso Italia 13, primo piano), Maria Kassotaki, presidente della Comunità greco-orientale di Trieste, parlerà di “Entechni musikì, la poesia greca musicata” e Irene Brigitte canterà alcune poesie musicate dei grandi poeti greci del ’900. La Conferenza è organizzata dal Circolo della Stampa e l’Associazione Trieste-Grecia “Giorgio Costantinides”.

Le poesie musicate dei poeti greci costituiscono oggi alcune delle più belle canzoni che siano state cantate dal popolo greco e che abbiano espresso i suoi desideri, le gioie, i dispiaceri, i momenti di raccoglimento, la caduta ma anche l’insurrezione, gli amori e le passioni. Inoltre la poesia musicata è stata collegata a periodi storici importantissimi della Storia moderna della Grecia come la Catastrofe dell’Asia Minore, la Resistenza, l’Occupazione tedesca, la Guerra civile, la Dittatura dei colonnelli. Nessun popolo al mondo è riuscito a far diventare la poesia così popolare quanto il popolo greco. Molti di loro non sapevano che le loro poesie sarebbero state musicate e cantate dalla gente comune per le strade, ma altri, come Gatsos, Eleftherìu, Elitis hanno scritto poesie proprio affinché fossero musicate. Questo genere di musica si chiama “éntechni” (in arte) e si fa convenzionalmente iniziare verso la fine degli anni ’50. Tra i suoi rappresentanti si distinguono Manos Chatzidakis e Mikis Theodorakis, famosissimi anche fuori dai confini greci.