LUN. 27-11 – LA DICHIARAZIONE BALFOUR

L’associazione Italia-Israele di Trieste, l’associazione Adei – Wizo di Trieste e il Circolo della Stampa organizzano un incontro su “Cent’anni dopo: la dichiarazione Balfour e lo Stato di Israele“ che si terrà lunedì  27 novembre, alle ore 17.30 in sala Paolo Alessi del Circolo della Stampa (corso Italia 13, primo piano). Parlerà il professor Ugo Volli. Introdurrà il presidente del Circolo Pierluigi Sabatti.

Ugo Volli, triestino, semiologo, collaboratore dalla fondazione della rivista Versus – Quaderni di studi semiotici, ha lavorato con la Casa editrice Bompiani; è critico teatrale e ha scritto sulle più importanti testate italiane: La Repubblica, L’Espresso, Panorama, Europeo, Epoca, Avvenire, il Mondo, il Mattino di Napoli. Scrive di ebraismo e Medio Oriente  su Pagine Ebraiche, Moked, Shalom, Informazione Corretta. Ha insegnato presso Università italiane e straniere.

La dichiarazione Balfour del 2 novembre 1917 è documento ufficiale del governo britannico riguardante la spartizione dell’Impero Ottomano all’indomani della prima guerra mondiale. Si tratta di una lettera, scritta dall’allora ministro degli esteri inglese Arthur Balfour a lord Rothschild, inteso come il principale rappresentante della comunità ebraica inglese, e referente del movimento sionista. In essa il governo britannico affermava di guardare con favore alla creazione di un “focolare ebraico” in Palestina, allora parte dell’Impero Ottomano. Tale posizione del governo emerse all’interno della riunione di gabinetto del 31 ottobre 1917.
La Dichiarazione Balfour successivamente fu inserita all’interno del Trattato di Sèvres che stabiliva la fine delle ostilità con la Turchia e assegnava la Palestina al Regno Unito (successivamente titolare del Mandato della Palestina).
Il documento è tuttora conservato presso la British Library.