VEN. 9-6 – LA TOPONOMASTICA DI MARIA TERESA

Esiste una toponomastica teresiana a Trieste? Come si riusciva, nell’età di Maria Teresa, a individuare i luoghi, le vie e le piazze cittadine, a risolvere i problemi pratici del commercio e delle poste? Se ne parlerà venerdì 9 maggio, alle 17.30, al Circolo della Stampa di Trieste, nell’incontro organizzato insieme al Club Touristi triestini e alla Società triestina di cultura Maria Theresia. A trattare l’argomento, partendo dalla cartografia e dai documenti di polizia del tempo, sarà Antonio Trampus, professore di storia moderna all’Università Ca’ Foscari di Venezia e componente, alla fine degli anni ’90, della Commissione per la toponomastica del Comune di Trieste. I nomi delle strade servivano a molti scopi, che andavano dal commercio all’igiene, dalla polizia alla politica linguistica. Essi restituiscono una fotografia della città teresiana e, più in generale, della Trieste asburgica. Una memoria poi in parte perduta e in parte volutamente cancellata nell’avvicendarsi dei regimi politici. Si racconterà anche che cosa rimane oggi di questa toponomastica teresiana e in che modo è stata recuperata alla memoria cittadina sul finire del Novecento.