MART. 24-01 – IL GIORNO DELLA MEMORIA

Il Giorno della Memoria sarà ricordato al Circolo della Stampa martedì 24 gennaio, alle 17.30 con la proiezione nella sala Paolo Alessi (corso Italia 13, primo piano) del film “Ritorno a casa, Pescantina 1945 dalla deportazione all’accoglienza” di Dario Dalla Mura e Elena Peloso. Sulla via del Brennero, nei pressi di Verona,  a Balconi di Pescantina c’è un cartello che indica un  Monumento agli internati. Lo si trova, con un po’ di fatica, vicino alla stazione ferroviaria oggi dismessa. Il monumento consiste in una cancellata e tante mani che si protendono. Accanto c’è un carro ferroviario chiuso con dentro un piccolo museo. Tutto un po’ abbandonato. Ogni anno in settembre si raduna un gruppo sempre più esiguo di persone, per lo più di Pescantina, per ricordare la storia di questo campo di soccorso sorto alla fine della guerra e poi divenuto sempre più frequentato durante l’estate del 45 e per tutto il 46. Vi arrivarono dalla Germania soprattutto gli internati militari, ma anche gli ex deportati civili e i pochissimi ebrei ritornati come Primo Levi che lo nomina ne “La tregua” o  Liliana Segre che ne parla nelle memorie di deportata. Il centro di soccorso nacque per il moto spontaneo della popolazione di Pescantina. Protagoniste le donne che, come avevano dato conforto e aiuti per quanto possibile ai prigionieri nei vagoni bestiame diretti in Germania, così diedero accoglienza ai prigionieri che tornavano in Italia alla fine della guerra. Un episodio poco conosciuto che Dario Dalla Mura e Elena Peloso, documentaristi e ricercatori storici nel campo della memoria, hanno riportato alla luce. Gli autori, che hanno fondato l’Associazione no-profit Memoria Immagine per realizzare le loro opere, hanno realizzato sul tema della Shoah i film: “Testimonianza di Vera Jarach”, “Bianca e Lucia – Due ragazze ebree scampate all’inferno”, presentato a Trieste. Coordinerà l’incontro Pierluigi Sabatti.